CINEMA

Antonella Ponziani, la musa ispiratrice di Federico Fellini!

e parliamo di cinema , quello vero, impegnato, sofisticato, brillante , autorevole…non possiamo che parlare anche di una delle sue protagoniste piu’ “straordinarie” : Antonella Ponziani! Scoperta e lanciata dal grande Federico Fellini nel suo film leggendario “l’Intervista”, Antonella Ponziani ha avuto una carriera folgorante come attrice, divenendo a tutti gli effetti una Diva del grande schermo! Nella sua vita ha ricevuto i piu’ grandi riconoscimenti cinematografici del cinema Italiano, dal Nastro d’argento al David di Donatello come miglior attrice, interpretando ruoli sempre diversi ma capaci di trasmettere forti emozioni…un talento garbato,composto e al contempo sofisticato, quello della Ponziani, in grado di revocare i miti del passato come Anna Magnani o una Greta Garbo, come se la loro anima ritornasse in vita, attraverso le straordinarie interpretazioni di Antonella Ponziani.

Un attrice che ha dato tanto al cinema Italiano, ma che non e’ stata valorizzata come si dovrebbe a un “mostro sacro” del cinema! Professionalmente impeccabile ma umanamente fin troppo sensibile e suscettibile, tanto da influenzare le sue scelte lavorative e creare momenti di buio totale nella sua lungimirante e straordinaria carriera artistica! Oggi Antonella Ponziani e’ risorta, come la Fenice dalle sue ceneri ed e’ piu’ radiosa e splendente che mai, forte di esperienze significative come attrice ma sopratutto umanamente , come l’abbiamo ammirata nel film storico religioso “Petali di Rosa” nelle vesti di una suora, che le e’ valso il premio come miglior attrice protagonista al Festival del Cinema Internazionale di Salerno nel 2007, in cui sotto un albero d’ulivo grida, quasi senza piu’ forze, verso Dio : “ cosa vuoi che io faccia!”…una scena toccante e profetica, che riflette la sua grande fragilita’ d’animo, ma anche la sua grande forza!

Un riconoscimento importantissimo che impreziosisce ancor piu’ la sua carriera artistica e’ arrivato proprio in questi giorni , dove ha ricevuto il premio Padre Pio da Pietralcina alla carriera , riconoscimento che viene conferito ogni anno solo ad artisti di grande spessore artistico e culturale, come fu’ per il regista Franco Zeffirelli!

In tutti questi lunghi anni di carriera, Antonella Ponziani ha saputo farci sognare, gioire, piangere, emozionandoci ad ogni sua interpretazione, con lei il cinema non ha mai smesso di essere un Mondo magico dove potersi perdere e fantasticare…la potremmo immaginare nei panni di un mito della Walt Disney come Mary Poppins o di un grande Kolossal classico come “Cleopatra”…ovunque lei sarebbe perfetta, perche’ e’ il talento impersonificato!

Non a caso lo stesso Federico Fellini la defini’ una leonessa!

  1. Ciao Antonella, ci parli del tuo primissimo incontro con il grande Federico Fellini? L ‘ho incontrato per caso ad una festa di compleanno. Ero minorenne c’era anche mia madre. Ho parlato tutta la sera con lui senza sapere che era Fellini…. Lui si divertiva… Mi punzecchiava di domande…. Poi ho capito con chi stavo parlando e mi sono ammutolita!
    E’ nata una strana amicizia lui mi voleva sul set della” nave va…… “
    Mia madre non voleva mandarmi…. e alla fine non andai,
    per anni dopo mi sono mangiata le mani….. quando mi sono resa conto…… di quello che avevo perso….. anni dopo l’ho ricercato e miracolo , lui mi ha dato un altra possibilità nel film l’intervista!

    2) Tu sei una delle dive piu’ apprezzate del cinema Italiano e hai lavorato con i piu’ grandi registi di tutti i tempi da Fellini a Monicelli…ci puoi raccontare un aneddoto che ti e’ accaduto sul set con Federico Fellini ? Incredibile a dirsi, ma forse tra le cose più strane, emanazioni della magia che trasmetteva Federico …quando ho scoperto che il mio ruolo nel film l’Intervista, era simbolicamente quello della dolce Giulietta Masina, sua moglie! Un altro aneddoto che ricordo e’ che mentre eravamo a pranzo in un ristorante io e Federico Fellini e lui ordinava tanto cibo! Adorava vedere le persone mangiare di gusto, e ad un tratto mi disse: “tu sembri un gattino, ma sei una leonessa”! E sul tovaglio col quale si puliva, fece un ritratto di me col mio viso e il corpo da leone di lui che scappa dicendo: “prendimi… mangiami!! “ Stupendo, l’ho incorniciato!

    3) Hai vinto un David di Donatello e un Nastro d’Argento come miglior attrice nel film Verso sud di Pasquale Pozzese Nel 1993 … ci puoi dire a parole tue l’emozione che si prova a ricevere premi cosi’ prestigiosi? Ricevere questi premi e’ un gioia immensa, sai che sono il preludio di un bellissimo periodo di lavoro, dove tutti ti cercano, ti vogliono, e scrivono progetti pensando a te….e tu che ami il set piu’ della tua vita, sei felice, come un bambino la mattina di natale!

    4) Hai lavorato e vissuto anche in America,che differenza c’e’ tra il cinema Italiano e quello Americano e dove ti piace maggiormente lavorare qui o all’Estero? Se riesci a sfondare in America hai le porte del Mondo del cinema sono aperte,
    realizzi i tuoi progetti molto più In fretta. A me piace produrre i giovani talenti, registi musicisti, mentre non sempre dall’Italia si apre una carriera internazionale, io ci ero vicino ad ud un certo punto, grazie alla mia splendida carriera in italia, ma stupidamente ho limitato la carriera per i sentimenti, la famiglia…. Oggi non lo rifarei!

    5) Un regista con cui sogni di poter lavorare un giorno? Se ti dovessi dire tutti i registi con cui adorerei lavorare, staremmo qui a parlare per settimane! Ma per farla breve, sarei strafelice di lavorare con Paolo Virzi’, Matteo Garrone, Michele Placido, Sorrentino, sono Innamorata dei nostri grandi talenti..

    6) Tu sei anche una bravissima cantante,hai realizzato varie canzoni…preferisci piu’ cantare o recitare?
    Cantare e recitare per me sono come la stessa cosa, mi escono dall’ anima, anche contro la mia volontà hanno vita propria! Si animano dentro di me complottano e io devo assecondarle. Mi ritrovo a cantare ovunque, in casa,
    in bagno sotto la doccia, mentre lavo i piatti, Jazz blues cauntry…
    Mentre recitare, interpretare un personaggio che cerca voce…..per me e’ un urgenza dell’anima… recitare mi libera, mi rende davvero felice! Per cui di sicuro per me e’ al primo posto…
    7) Hai debuttato anche in tv nella fiction “Il Bello delle donne” su canale 5 ,anni fa’,portandoti ad un successo enorme anche sul piccolo schermo, sul set ti e’ mai capitato di interpretare la Ponziani del mondo reale…quella vera di tutti i giorni? No mai, ho sempre rubato un po’ dalla mia vita per ogni personaggio, ma mi sono fatta sempre dominare e influenzare dal personaggio.
    Ho sempre avuto troppo pudore nel mostrare me stessa, mi sento piu’ a mio agio nascondendomi dentro un personaggio!

    8 – Secondo te quanto e’ importante per una Star, sposare cause umanitarie come hai fatto tu con la Fondazione Emanuele Scifo per i bambini con malattie rare? E’ fondamentale, se non ci si prodiga potendolo fare, per aiutare chi è meno fortunato, chi ha bisogno, si perde il senso della vita, tutti siamo stati aiutati da qualcuno nella nostra vita, per cui dobbiamo assolutamente farlo verso chi ha bisogno e a me sembra sempre di non fare abbastanza!

    9) Hai mai desiderato un figlio? Si sopratutto adesso…spero di poter adottare un bambino! Ho sempre sognato un uomo ideale, che non e’ mai arrivato…e con cui avrei potuto costruire una famiglia e avere figli..pero’ la vita con me e’ stata beffarda, a volte crudele…ho sempre incontrato uomini immaturi, egoisti …aggressivi e anche violenti! Uomini bui, arrabbiati…irrisolti che mi hanno tolto la gioia e il sogno di crearmi una vera famiglia e di poter crescere dei figli!

    10) A cosa stai lavorando attualmente? Puoi darci qualche premiere sul tuo nuovo progetto cinematografico? Sto’ revisionando un copione di un giovane regista molto talentuoso al suo debutto cinematografico! Mi da’ gioia poter aiutare un giovane talento… Poi sono appena stata reduce dal Festival del cinema di Venezia come ospite e ho finito da poco di girare un film bellissimo, come attrice, sulla vita di Padre Pio, che presto vedrete in tv!

    11) Hai anche diretto alcuni lungometraggi,ti trovi a tuo agio dietro la telecamera nelle vesti di regista? Amo stare davanti…ma anche dietro l’obiettivo, mi viene naturale!

    12) Che film sogni di interpretare?Con quale attore vorresti lavorare oggi?
    Amo tutti i generi di film purche’ siano belli e comunichino qualcosa di importante…come attori non ho preferenze , ho sempre lavorato con tutti e continuero’ a farlo, ognuno ti arricchisce di qualcosa alla fine!
    13) Tu hai avuto modo di interpretare come protagonista anche un film storico religioso dal titolo “Petali di Rosa” con la mia regia,per questo film hai vinto come miglior attrice protagonista al Festival del Cinema di Salerno nel 2007 …cosa ti ha lasciato dentro,interpretare un film cosi’ profondamente spirituale?
    “Petali di Rosa” mi e’ rimasto impresso nel cuore! Mi ha aperto un Mondo nuovo a cui forse anelavo da sempre…quello della spiritualita’! Interpretare il ruolo di Suor Rosa, la protagonista…in qualche modo mi ha cambiata umanamente per sempre! E di questo non finiro’ mai di ringraziarti!
    14) Ti ci vedresti ad interpretare il personaggio della Madonna in un altro film religioso?
    Sarebbe fantastico, mai come oggi sarei adatta e pronta ad interpretare un ruolo cosi’ complesso e delicato come quello della Madonna!
    15) Il tuo rapporto con la fede?
    Per me la fede e’ tutto! Non riesco ad immaginare una vita e un Mondo senza fede…ti da’ conforto e la forza necessaria per andare avanti…
    16) Quest’anno sei stata madrina alla XIX edizione del Premio Internazionale San Pio da Pietrelcina dove ti hanno conferito il premio alla carriera…come ti fa’ sentire questo riconoscimento? E’ stata una sorpresa incredibile per me e un immenso onore essere stata chiamata ad un evento cosi’ prestigioso come madrina e ricevere il premio alla carriera! Mi ha gratificata sia professionalmente che umanamente…nella mia vita ho sempre dato molto valore alla spiritualita’ e questo premio ne e’ la conferma! 17) Un consiglio di Antonella PONZIANI per una giovane attrice che ambisce a diventare grande come te? A tutti dico di non mollare mai! Di andare sempre avanti …anche quando ti diranno che non vai bene, che non diventerai mai un attrice…che questo Mondo non fa’ per te…non mollare mai! 18) Antonella Ponziani preferisce amare o essere amata? Credo che l’amore debba essere biunivoco…pero’ quello che piu’ conta nella vita e’ “dare amore” in ogni tua piccola o grande azione e in tutte le cose che si fanno….perche’ l’amore porta altro amore! 19) A proposito di amore, quale e’ il tuo pensiero a riguardo delle famiglie arcobaleno, del matrimonio gay e dei tanti casi di omofobia che stanno accadendo in Italia? Penso che ognuno sia libero di amare e che dove c’e’ amore ci sia famiglia! “Love is love!” 20) Uno dei desideri piu’ grandi che Antonella Ponziani cela in silenzio nel cuore? Un film con Pedro Almodobar! Lo trovo un regista eclettico,straordinario e con molte cose in comune con Federico Fellini…come la genialita’! Ed io sento di essere perfetta in uno dei suoi personaggi!! 21) Tra poco ricorre l’anniversario per ricordare il grande Federico Fellini, tuo mentore a livello cinematografico…stai preparando qualcosa per questo evento? Si…ho realizzato un corto su Fellini…che se tutto va bene dovrebbe andare al Festival di Cannes! E poi ho in progetto un opera teatrale intitolato “Io e Fellini!”…. 22) Ti senti piu’ a tuo agio in jeans e maglietta o in abito da sera? Io cerco di sentirmi a mio agio in ogni occasione…l’abito da sera mi proietta con la mente nei gala’ del cinema e questo mi aiuta a sognare… 23) Per te e’ importante sognare? Sognare ammorbidisce la durezza della vita!

Maximo De Marco

Maximo De Marco e' uno scrittore,regista e Art Director di fama Internazionale, Premio Cavallo D'Argento RAI.

Dal 2018 e' Membro ufficiale dell'UNESCO come Art Director Internazionale.

Attualmente scrive per numerosi settimanali Nazionali Italiani : TUTTO,STOP ESCLUSIVO,TOP,IN FAMIGLIA,MIRACOLI.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *