ARTE

Maurizio Cattelan, il genio incompreso dell’arte contemporanea.

LONDON, UNITED KINGDOM – SEPTEMBER 22: A work of art in the “Apocalypse” exhibition by Italian Maurizio Cattelan of the Pope John Paul II lying on his side clutching a large cruclfix, apparently felled by a meteorite at the Royal Academy in London 22 September 2000. (AFP Photo/Hugo PHILPOTT) (Photo credit should read HUGO PHILPOTT/AFP/Getty Images)

Maurizio Cattelan e’ sicuramente uno degli artisti più provocatori e rivoluzionari del panorama artistico mondiale! Cattelan ha sempre usato la sua arte per provocare reazioni forti e spesso contrastanti nel pubblico. Come nell’opera “L.O.V.E.” dove le lettere sono l’acronimo di Libertà, Odio, Vendetta, Eternità. L’artista ha iniziato a realizzare le sue opere dai primi anni 80” fino al 2011, in cui ha comunicato pubblicamente di volersi ritirare!

Nelle sue opere intitolate “Afraid of love”, realizzati nel 2000 , il celebre artista outsider italiano, nato a Padova nel 1960, ha voluto inviare un messaggio d’amore a tutto il mondo, attraverso venti capolavori autobiografici, che propongono una lettura inedita degli ultimi trent’anni di attività dell’artista, nel suo stile anticonformista, futuristico e provocatore , che rasenta quasi la follia e scopre la sua affascinante ed eccentrica genialita’!

Si tratta di “auto-ritratti” che parlano di storia, della memoria, dei personaggi del cinema e delle grandi favole umane, di uomini il cui nome restera’ impresso nella storia in eterno.

Chi osserva le sue straordinarie opere, rimane attonito e sbalordito, si e’ quasi “sospesi” in una dimensine magica, dove si e’ catapultati in una dinamica di gioco ironico e sottile , con il quale si fa passare messaggi importanti e a volte drammatici, avvenuti durante il corso della storia dell’umanita’. Una dimensione in cui si assiste allo sdoppiamento continuo degli avvenimenti storici e che vedono al centro di tutto, in modo simbolico, il doppio dell’artista, attraverso personaggi che hanno lasciato un segno nella storia della civilta’, in bene o in male…

Nel 2012 varie opere dell’artista sono state esposte al Guggenheim Museum di New York.

Tutte le opere vennero collocate sospese al soffitto, per rappresentare un senso di effimera precarietà, da trasmettere allo spettatore.

l tentativo di Cattelan da sempre e’ sempre stato quello di fondere insieme vita e arte, realtà e fantasia…tutto prende spunto dall’avanguardismo novecentesco, a cui Cattalan si ispira, ma le sue creazioni vanno oltre questa corrente artistica , creandone una tutta personale che e’ la caratteristica propria e riconoscibile di questo grande artista, per lui le gallerie d’arte sono luoghi superati, il suo unico obiettivo e’ di rivolgersi alle masse e conquistare la gente, suscitando emozioni contrastanti di odio, amore,ironia,tristezza,gioia,rabbia,compassione…ogni sua opera viene concepita per questo fine.

Ad esempio, I manichini dei tre bambini impiccati ad un albero di Porta Ticinese è un’opera che disturba chi guarda, fino al punto di spingere una persona a salire sull’albero e tagliare le corde che tengono appesi i manichini!

Queste sono le reazioni che Cattelan si prefigge di raggiungere con le sue opere, comprese o incomprese che siano, nascono da una ribellione interiore dell’autore stesso al piattume e alla superficialita’ di questa esistenza, che cerca in ogni modo di scuotere, sovvertendo le regole e provocando una reazione.

Maximo De Marco

Maximo De Marco e' uno scrittore,regista e Art Director di fama Internazionale, Premio Cavallo D'Argento RAI.

Dal 2018 e' Membro ufficiale dell'UNESCO come Art Director Internazionale.

Attualmente scrive per numerosi settimanali Nazionali Italiani : TUTTO,STOP ESCLUSIVO,TOP,IN FAMIGLIA,MIRACOLI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *