CINEMA

“Resurrection” il nuovo Kolossal di Mel Gibson in uscita a Pasqua 2021!

Un film attesissimo in tutto il Mondo “ La Resurrezione”, il nuovo film di Mel Gibson, che per volere del regista uscira’ nei cinema soltanto durante la settimana Santa di Pasqua del 2021!

Un film che si preannuncia spettacolare, emozionante, che lascera’ ogni telespettatore con il fiato sospeso sino alla fine!

La Ressurrezione e’ il seguito di “ The Passion” film sulla passione di Cristo uscito nel 2004…in questo film si raccoteranno i tre giorni trascorsi subito dopo la Crocifissione e morte di Gesu’, fino alla Resurrezione!

Costato 20 milioni di dollari e girato quasi interamente in Terra Santa, dove e’ avvenuta la passione,morte e risurrezione di Gesu’e reinterpretato ancora una volta dall’attore convertito

Jim Caviezel, che ai tempi di The Passion , aveva proprio gli anni di Cristo , 33 anni!

Ed e’ proprio Jim Caviezel che ci parla di questo nuovo capolavoro cinematografico e di cio’ che gli e’ accaduto nel film precedente …

«Il ruolo di Gesù è stato il più difficile che abbia mai intrapreso. Non c’è niente di più glorioso e allo stesso tempo più umiliante di questo ruolo. Interpretando Gesù, ho dovuto affrontare molte critiche e spesso derisione: niente mi avrebbe potuto insegnare meglio il valore dell’umiltà. Mi rendo conto che solo l’amore può salvare il mondo. L’amore di Cristo. Pertanto, voglio lavorare di nuovo con Mel Gibson. Questa volta sarà un film sulla Resurrezione. “La Passione di Cristo” ha ispirato così tante persone a fare del bene, a convertirsi a Cristo, dunque sento che c’è di nuovo uno scopo nella mia vita. Lo faccio per amore.È la mia missione cristiana».il film comincia là dove era finito il primo, con la sepoltura di Cristo e quindi momento per momento i primi tre giorni, raccontando i momenti di angoscia dei discepoli, gli intrighi nel palazzo di Erode, il potere, l’avidità e l’ambizione di alcuni dei personaggi coinvolti nella crocifissione come Ponzio Pilato, Erode, Caifa e Giuda; il film termina con gli eventi che si sono svolti a Gerusalemme nella Domenica della Resurrezione.

 Caviezel oggi ha 51 anni, cattolico, è dichiaratamente prolife, ha rifiutato di fare scene d’amore con Jennifer Lopez nuda nel film Angel Eyes. 

“Viviamo in una cultura in declino”, ha denunciato Jim Caviezel, ricordando che San Massimiliano Kolbe disse che l’indifferenza era il peccato più grave del XX secolo e indicando che lo è anche del XXI secolo. “Dobbiamo scrollarci di dosso questa indifferenza, questa tolleranza devastante del male. Solo la fede nella saggezza di Cristo può salvarci, ma richiede guerrieri pronti a mettere in discussione la loro reputazione, il loro nome, perfino la loro stessa vita per sostenere la verità”.

Distinguetevi da questa generazione corrotta. Siate santi. Non siete stati creati per conformarvi. Siete nati per distinguervi ed emergere”.

Quando stavo interpretando Gesù sulla croce, mi sono reso conto che la nostra redenzione è nella sofferenza… e ciascuno deve prendersi la propria croce. Se non abbracciamo la nostra croce, il suo peso potrebbe schiacciarci. La nostra fede, la nostra libertà ha un prezzo”, ha confessato.

Prima della Resurrezione ci sono stati molta sofferenza e molto dolore, e il vostro cammino non sarà diverso, quindi abbracciate la vostra croce e correte verso la vostra meta”.

L’attore ha quindi esortato i giovani ad avere il coraggio di esprimere la propria fede in pubblico. “Voglio che abbiate il coraggio di entrare in questo mondo pagano esprimendo senza complessi la vostra fede in pubblico. Il mondo ha bisogno di guerrieri come San Paolo e San Luca, che hanno rischiato il proprio nome, la propria reputazione per portare la fede, il proprio amore per Gesù al mondo”.

Dio sta chiamando ciascuno di noi, ciascuno di voi a fare grandi cose. Ma quante volte non rispondiamo?”, ha proseguito. “È ora che la nostra generazione accetti questa chiamata, la chiamata di Dio che esorta tutti noi a donarci completamente a Lui, a vedere quella mano gentile che guida il nostro cammino, a ricominciare daccapo, a digiunare, a meditare sulla Sacra Scrittura e a prendere sul serio i Santi Sacramenti”.

Caviezel ha quindi augurato agli studenti la libertà “non di fare ciò che vi piace, ma di fare ciò che è giusto”. “Questa è la libertà che io auspico per voi. La libertà dal peccato, dalle debolezze, da questa schiavitù cui il peccato ci costringe. Questa è libertà per cui vale la pena morire”.

Seguendo la volontà di Dio, dobbiamo vivere avendo lo Spirito Santo come scudo e Cristo come spada. Che possiate unirvi a San Michele e a tutti gli angeli per rimandare Lucifero e i suoi accoliti all’inferno, là dove devono restare!».

Non resta quindi che aspettare Pasqua del 2021 per recarsi tutti al cinema a vedere quello che si preannuncia il Film del Secolo!

Maximo De Marco

Maximo De Marco e' uno scrittore,regista e Art Director di fama Internazionale, Premio Cavallo D'Argento RAI.

Dal 2018 e' Membro ufficiale dell'UNESCO come Art Director Internazionale.

Attualmente scrive per numerosi settimanali Nazionali Italiani : TUTTO,STOP ESCLUSIVO,TOP,IN FAMIGLIA,MIRACOLI.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *